giovedì 28 giugno 2012

LA RELAZIONE DI CONFINDUSTRIA

Oggi si è espresso il Centro Studi della Confindustria la prima associazione di categoria degli industriali del nostro paese; ogni commento ulteriore sarebbe a dir poco superfluo , preferisco riportare testualmente :

Anche se non siamo in guerra i danni economici fin qui provocati dalla crisi sono equivalenti a quelli di un conflitto e a essere colpite sono state le parti più vitali e preziose del sistema Italia da cui dipende il futuro del Paese. In questo momento il Paese deve essere unito, solidale e determinato. E deve mantenere la calma nell'affrontare una crisi che ha portato l'Italia nell'abisso.

Nessun commento:

Posta un commento