domenica 29 giugno 2014

La ristrutturazione del debito italiano

Traggo spunto da un articolo del Corriere della Sera di domenica 29 giugno per una serie di considerazioni sull'attuale situazione italiana in merito alla gestione del debito pubblico.

Sono da sempre convinto, e piu' volte in occasioni pubbliche ho espresso il mio pensiero, che il nostro debito pubblico necessiti di un intervento deciso.

Evidentemente l'inasprimento delle politiche fiscali con la conseguente incidenza sui consumi privati non possono essere la soluzione .

2100 miliardi pari al 135 % del Prodotto Interno Lordo e' la nostra fotografia.
Non solo, questo enorme debito ci costa ben 82 miliardi di euro l'anno.
82 miliardi che vengono sottratti alla nostra economia, al nostro sviluppo e probabilmente al futuro dei nostri figli.

Anche l'articolo del corriere a firma di Danilo Taino poneva l'interrogativo: quanto puo' durare questa situazione?

Condivido che i nostri politici, i funzionari dello stato a vari livelli sembrano non considerare il problema.
Il grido d'allarme giunge pero' costontamente da qualche economista che abituato all'analisi delle macro situazioni vede con estrema preoccupazione.

Quello che allarma chi e' abituato a ragionare "sui numeri" e' l'imposizione che ci giunge dal cosidetto Fiscal Compact che ci impone una riduzione dall'attuale 135 % sul PIL al 121 % entro il 2019. Una data tutto sommato neanche troppo lontana.

Due le possibilita': o un impennata della produzione con conseguente aumento del PIL o una decisa azione , anche concertata con i partner europei, nell'ambito della ristrutturazione di questo debito.

Una parola che fa spavento.
C'e' paura di "urtare" la sensibilita' dei mercati che potrebbero poi rifiutare la sottoscrizione delle nostre emissioni.

La mia opinione e' chiara: che si spaventassero pure, visto che tanto per citare un esempio , anche la Grecia che il debito lo ha ristrutturato per ben due volte, oggi e' tornata ad emettere titoli che vengono sottoscritti dal mercato.

L'Italia oltretutto non e' la Grecia, da un punto di vista economico e' molto piu' grande e quindi con un diverso peso in Europa.

I nostro governanti hanno sostanzialmente due alternative: ristrutturare, avendo coraggio o impostare politiche di crescita accellerate ed anche in questo caso con altrettanto coraggio.

Un coraggio necessario per distruggere tutti quelle storture o lobby con accezione negativa che di fatto difendono se stesse ed il loro status a discapito degli interessi generali.

Al di la dei proclami non vedo classe dirigente con tutto questo coraggio.

L'articolo del Corriere illustra una poco credibile secondo il mio punto di vista, ipotesi presentata dall'ex Vice Ministro dell'economia Mario Baldassari dove sostanzialmente la riduzione del debito passa per una dismissione del patrimonio pubblico.

Merita invece attenzione la proposta del Prof. Charles Wyplosz dell'Universita' di Ginevra che ha elaborato una complessa ed articolata proposta chiamata PADRE ( Politically Acceptable Debt Restructuring in the Eurozone ).

Sostanzialmente si tratta di far sparire la meta' del debito pubblico, di tutti i paesi dell'area euro passandolo ad una agenzia che poi lo ripagherebbe usando i diritti di signoraggio che ogni banca centrale riceve dalla BCE.

Un ipotesi che tuttavia va ulteriormente approfondita.
L'unica certezza che abbiamo oggi che questo cappio del pagamento degli interessi passivi per il nostro paese significa l'aumento della disoccupazione e della poverta'.

Non c'e' tempo da perdere.

dott. Roberto Necci
www.robertonecci.it

1 commento:

  1. Offerta di prestito seria e onesta: frannkheinz@gmail.com o Whatsapp solo : +1 929 222 7884
    Offerta di prestito seria e onesta della Signor Frank HEINZ sulla e-mail: frannkheinz@gmail.com o Whatsapp solo : +1 929 222 7884 per un prestito fino a 100.000 euros, al 3%,
    si prega di essere spensierata nelle vostre richieste.





















    Offerta di prestito seria e onesta: frannkheinz@gmail.com o Whatsapp solo : +1 929 222 7884
    Offerta di prestito seria e onesta della Signor Frank HEINZ sulla e-mail: frannkheinz@gmail.com o Whatsapp solo : +1 929 222 7884 per un prestito fino a 100.000 euros, al 3%,
    si prega di essere spensierata nelle vostre richieste.

























    Offerta di prestito seria e onesta: frannkheinz@gmail.com o Whatsapp solo : +1 929 222 7884
    Offerta di prestito seria e onesta della Signor Frank HEINZ sulla e-mail: frannkheinz@gmail.com o Whatsapp solo : +1 929 222 7884 per un prestito fino a 100.000 euros, al 3%,
    si prega di essere spensierata nelle vostre richieste.


























    Offriamo al sicuro e in piena trasparenza, octroies di denaro prestito da 1000€ a 50000€ a seconda della vostra esigenza.
    Tutto questo con il supporto di documenti e una grande velocità.
    Grazie per averci fatto conoscere tramite il nostro indirizzo di posta elettronica : frannkheinz@gmail.com
    Whatsapp solo : +1 929 222 7884



































    Offriamo al sicuro e in piena trasparenza, octroies di denaro prestito da 1000€ a 50000€ a seconda della vostra esigenza.
    Tutto questo con il supporto di documenti e una grande velocità.
    Grazie per averci fatto conoscere tramite il nostro indirizzo di posta elettronica : frannkheinz@gmail.com
    Whatsapp solo : +1 929 222 7884





































    Offriamo al sicuro e in piena trasparenza, octroies di denaro prestito da 1000€ a 50000€ a seconda della vostra esigenza.
    Tutto questo con il supporto di documenti e una grande velocità.
    Grazie per averci fatto conoscere tramite il nostro indirizzo di posta elettronica : frannkheinz@gmail.com
    Whatsapp solo : +1 929 222 7884

    RispondiElimina